Investire in pietre preziose

Le pietre preziose sono da sempre un modo per investire denaro, un vero e proprio asset il cui valore è aumentato nel corso degli anni. I dati storici delle pietre preziose, infatti, suggeriscono un aumento esponenziale del loro valore. Mentre i diamanti sono stati molto commercializzati e sono diventati una proposta di investimento ben conosciuta, altre pietre preziose, quelle “colorate” potremmo definirle, sono relativamente meno conosciute, ma nonostante questo rappresentano una scelta di investimento da non sottovalutare.

Il primo presupposto: trovare una pietra preziosa che abbia un valore superiore a 2 carati di peso. Le pietre preziose sono un’opzione di investimento molto attraente per chi ne è conoscitore e per chi ha gusto per le cose più belle. Sembra inoltre essere l’opzione migliore sul mercato soprattutto quando i tremori dell’economia portano a nervosismo: il valore fluttuante del dollaro, il mercato immobiliare in calo, i metalli preziosi altalenanti, le obbligazioni ed i fondi comuni di investimento che non sono più remunerativi come in passato.

Le pietre preziose sono un prodotto della natura che richiede tantissimo tempo per potersi formare, non sono creati su richiesta ma sono rare, preziose, durature e incredibilmente belle.

Ma cosa bisogna sapere prima di poter entrare in uno qualsiasi di questi mercati?

La prima cosa è che è fondamentale acquistare da un fornitore attendibile. Ce ne sono davvero tanti sul mercato, due su tutti: Luxedo per le pietre preziose in generale e Giallo Ambra per il mercato dell’ambra. E’ importante inoltre che i negozi cui si fa riferimento abbiano delle certificazioni indipendenti di laboratorio.

Una buona conoscenza delle pietre preziose è un grande vantaggio, ed infine occorre tenere a mente che una pietra preziosa da acquistare dovrebbe essere abbastanza rara – mentre smeraldi, rubini e zaffiri possono facilmente rientrare in questa categoria, molte pietre semi-preziose come l’ametista, il citrino ed il granato possono essere un investimento pieno di insidie.

Infine, un consiglio sempre valido: ovunque ci siano profitti veloci, ci sono probabilità altrettanto grandi di incappare in truffatori. Ricordate inoltre che solo le pietre naturali e senza trattamento si qualificano per essere da investimento, tutte le altre – le pietre preziose trattate, quelle sintetiche e le imitazioni – non lo sono affatto, anzi.